Cgil: “Lavoro in crescita, ma precario e malpagato”

VIAREGGIO - E' un quadro a luci e ombre quello descritto della Cgil sull'andamento dell'economia nella provincia di Lucca. L'occupazione cresce ma resta precaria e spesso con remunerazioni sotto la soglia dei 500 euro al mese.

-

Nel 2017 sono cresciuti dell’8,8% i contratti a tempo determinato, fermi quelli a tempo indeterminato (+0,1%).

Sono le donne a beneficiare maggiormente (+7,1% rispetto al +1,1% degli uomini), con un recupero di 4.800 posti di lavoro rispetto ai quasi mille degli uomini. Il tasso di occupazione è così salito al 57,3% per le donne (dal 54% del 2015), mentre per gli uomini si è portato al 69,7%, con un incremento di 0,7 punti percentuali rispetto a un anno prima.

In provincia di Lucca però nel 2017, unica in Toscana, sono aumentate le ore di cassa integrazione con un +23% rispetto al 2016: 2050 lavoratori in Cig. Lucca supera la media regionale nei percettori di sostegno al reddito con 17.038 unità, un +24,8% rispetto al 2016. Nella nautica, in particolare, la ripresa c’è. Ma ancora non si traduce in una maggiore e migliore occupazione.

 

La Camera del Lavoro di Viareggio lascia la sede storica di piazza Manzoni e si trasferisce a pochi metri di distanza, nei locali dell’ex Viareggio Patrimonio. Venerdì all’inagurazione ci sarà anche la segretaria generale nazionale Susanna Camusso.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento