Cgil: “Lavoro in crescita, ma precario e malpagato”

VIAREGGIO - E' un quadro a luci e ombre quello descritto della Cgil sull'andamento dell'economia nella provincia di Lucca. L'occupazione cresce ma resta precaria e spesso con remunerazioni sotto la soglia dei 500 euro al mese.

-

Nel 2017 sono cresciuti dell’8,8% i contratti a tempo determinato, fermi quelli a tempo indeterminato (+0,1%).

Sono le donne a beneficiare maggiormente (+7,1% rispetto al +1,1% degli uomini), con un recupero di 4.800 posti di lavoro rispetto ai quasi mille degli uomini. Il tasso di occupazione è così salito al 57,3% per le donne (dal 54% del 2015), mentre per gli uomini si è portato al 69,7%, con un incremento di 0,7 punti percentuali rispetto a un anno prima.

In provincia di Lucca però nel 2017, unica in Toscana, sono aumentate le ore di cassa integrazione con un +23% rispetto al 2016: 2050 lavoratori in Cig. Lucca supera la media regionale nei percettori di sostegno al reddito con 17.038 unità, un +24,8% rispetto al 2016. Nella nautica, in particolare, la ripresa c’è. Ma ancora non si traduce in una maggiore e migliore occupazione.

 

La Camera del Lavoro di Viareggio lascia la sede storica di piazza Manzoni e si trasferisce a pochi metri di distanza, nei locali dell’ex Viareggio Patrimonio. Venerdì all’inagurazione ci sarà anche la segretaria generale nazionale Susanna Camusso.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.