Un pomeriggio dedicato all’800 a Lucca

LUCCA - Domani (giovedì 25 gennaio) dalle ore 16 l’Auditorium della Fondazione Banca del Monte di Lucca ospiterà il convegno dal titolo “Sfumature di Ottocento a Lucca. L’arte, la conservazione e le “beffe” di un’epoca”, organizzato dal Centro Internazionale per lo Studio delle Cerchia Urbane.

-

L’iniziativa ha come scopo quello di far conoscere nuovi e particolari aspetti di quello che è stato un secolo importantissimo per Lucca e per la sua storia: l’Ottocento.
Attraverso l’esposizione di studi e ricerche che svelano tratti nascosti della storia dell’arte e della conservazione delle opere del periodo, viene offerta una differente chiave di lettura che pone una nota di arricchimento e una peculiare attenzione storica sulle tematiche fondamentali per l’arte del periodo borbonico.
Tra i relatori interverrà il Dott. Marino Marini, con il contributo dal titolo “Ceramiche antiche (e falsi) nella seconda metà dell’Ottocento”; la Dott.ssa Alessandra Nannini, con il contributo dal titolo “Un tesoro perduto. La quadreria di Carlo Ludovico di Borbone tra idee laiche di tutela e inquietudini religiose”; la Dott.ssa Isabella Pileio, con “Da Raffaello a David. Raffaele Giovannetti: le armonie eclettiche di uno sconosciuto artista lucchese”; il Dott. Cristiano Giometti, con “I marmi della Galleria di Palazzo Ducale. Tra classicismo ed esperienze contemporanee” e infine la Dott.ssa Claudia Giostrella, con: “Collezionisti, amatori e restauratori. La conservazione delle opere grafiche tra il XIX e XX secolo: un virtuoso esempio lucchese”.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento