Castelnuovo-Castelfiorentino; ultima chiamata per i gialloblu

CALCIO ECCELLENZA - Il Castelnuovo ospita la formazione aretina con l'obiettivo della vittoria che varrebbe la salvezza-diretta senza aspettare i risultati dagli altri campi. Tazzioli deve ancora rinunciare a diversi titolari ma prepara una squadra da battaglia. Al Nardini si attende il pubblico delle grandi occasioni per dare una mano a Tolaini & C.

-

Il Castelnuovo si gioca la salvezza in 90′. Domenica (ore 15) al Nardini i gialloblu ospitano il Castelfiorentino in una gara che può dare la salvezza-diretta senza il pericolo e la spada di Damocle degli eventuali playout, o spareggi-salvezza che dir si voglia. Farà caldo in tutti i sensi, e questo al di là della temperatura che si preannuncia quasi estiva. Una partita per suggellare con la permanenza in categoria una stagione a dir poco poco tribolata, anzi tribolatissima. Tra infortuni, cambio di allenatore e la tragedia di Yuri Micchi, in casa-Castelnuovo si sono vissuti mesi perigliosi e di grande difficoltà, oltre che di notevole sofferenza. Riuscire pertanto a cogliere la salvezza-diretta in tale contesto sarebbe già una discreta impresa. Classifica alla manio per essere salvo il Castelnuovo deve battere il Castelfiorentino, peraltro già tranquillo. I gialloblu potrebbero festeggiare anche in caso di pareggio ma in tal caso dovranno attendere i risultati soprattutto di Larcianese e Gambassi. Allora meglio non fare troppi calcoli e provare a vincere la partita cheTazzioli dovrà affrontare dovendo fare i conti con le solite numerose assenze. Fuori causa infatti lo squalificato Biagioni che si aggiunge agli infortunati Casci e Marco Tolaini e anche il giovanissimo Amin è in forte dubbio. Tuttavia la squadra si è allenata bene ed è pronta all’ultimo sforzo. I giocatori-simbolo tipo Gori e Nardi dovranno ergersi nel ruolo di trascinatori e portare il Castelnuovo verso una agognata ma meritata salvezza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento