Operazione dei Nas tra Monza, Roma ,Napoli e Lucca, 13 arresti

MILANO - Tredici persone sono state arrestate con le accuse, a vario titolo, di associazione per delinquere finalizzata alla truffa ai danni dell'Erario, truffa ad aziende farmaceutiche, autoriciclaggio, ricettazione di farmaci, somministrazione di medicinali in modo pericoloso per la salute pubblica ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, nel corso di un'indagine dei carabinieri dei Nas, che hanno eseguito una misura emessa dal Tribunale di Milano nelle province di Monza, Roma, Napoli e Lucca.

-

Oltre ai tredici provvedimenti cautelari, sono in corso anche 11 perquisizioni e 37 ordini di esibizione di documentazione notificati a persone giuridiche legate in modi diversi alla presunta organizzazione criminale individuata dai militari dell’Arma. E’ di 19 milioni e mezzo di euro il guadagno illecito scoperto dai carabinieri in un solo anno di attività dell’organizzazione. Tramite una farmacia di Milano accreditata all’Associazione italiana ospedalità privata (risultata estranea alla truffa), e anche grazie a questa garanzia di serietà comprava dalle ditte produttrici farmaci molto costosi – tra cui salvavita e Contramal, da cui il nome dell’indagine – spiegando che sarebbero stati venduti a ospedali e cliniche private. In questo modo pagava il prezzo di fabbrica. Non doveva dimostrare la rivendita alla struttura sanitaria e così, una volta arrivato il farmaco al proprio deposito, era poi venduto a prezzi altissimi e rispedito con container e camion all’estero.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.