Apparentamenti: accordo Neri-Mazzoni vicino?

PIETRASANTA - Sono ore febbrili di grandi manovre politiche per chiudere, in un modo o in un altro, la partita degli apparentamenti in vista del ballottaggio del 24 giugno. Al momento sono in corso le trattative tra Ettore Neri e Daniele Mazzoni.

-

Mercoledì pomeriggio il candidato di Siamo Pietrasanta, arrivato terzo con 1.900 voti e il 15%, aveva dettato la sua linea. No ad accordi sottobanco, sì ad un apparentamento formale, proposto sia a Giovannetti del centrodestra che a Neri del centro sinistra, che consenta l’ingresso in Consiglio comunale di tre Consiglieri (lui e i fedeli Daniele Taccola e Lora Santini) sulla base di un “contratto di governo” su pochi punti irrinunciabili. Incassato il no degli ex alleati di centrodestra con cui ha amministrato con Massimo Mallegni sindaco, Mazzoni ha trovato la porta aperta di Neri, pronto ad un accordo per recuperare quei 770 voti che lo separano da Giovannetti che al primo turno ha sfiorato il 40%.

Nessuno rilascia dichiarazioni, segno che il dialogo è in pieno svolgimento. Ma tra i due sembra più che probabile un’intesa, che stravolgerebbe lo scenario attuale, favorendo apparentemente la rimonta di Ettore Neri. Proiettando però degli interrogativi. Come far coesistere due programmi, quello di Mazzoni e di Neri, così distanti su punti cruciali come immigrazione, tallio, balneazione e urbanistica? Come reagirebbe l’elettorato? E quali sarebbero a quel punto le contromosse del centro destra, fino ad oggi in vantaggio? I nodi si scioglieranno solo nelle prossime ore.

Il M5S invece si tira fuori. L’assemblea plenaria ha confermato di non dare alcuna indicazione di voto per il ballottaggio. “Saranno i cittadini a decidere in autonomia”, dicono i grillini, che aggiungono riferendosi a Mazzoni. “Saremmo incoerenti come chi, solo dieci giorni fa, scriveva pubblicamente che non avrebbe dato alcun appoggio e oggi propone di barattare tre poltrone con i voti raccolti.”

L’unico appello dei pentastellati è ad andare a votare, perchè è un diritto e prima ancora un dovere.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.