Denunciati tre cittadini rumeni per furti di orologi di valore dalla Polizia

FORTE DEI MARMI - Da qualche tempo la Versilia, da Forte dei Marmi a Viareggio, era funestata da una giovane ragazza che, avvicinandosi con le scuse più varie a tranquilli signori a passeggio, riusciva a sfilare l’orologio dal polso e a dileguarsi con il bottino.

-

Spesso il malcapitato si accorgeva del furto dopo qualche minuto, e solo allora si faceva una ragione dell’approccio ricevuto.
Le scuse variavano dal “non mi riconosci….ma come stai bene” ad approcci di di tipo sessuale. La ragazza, abilmente, prendeva il polso dell’uomo per pochi secondi e poi, riuscendo ad aprire il bracciale o a sganciare il cinturino, si appropriava dell’orologio, immancabilmente di valore, e spariva velocemente.
Sempre simile la descrizione: giovane, cicciottella, capelli scuri lunghi, spesso legati con coda di cavallo, maglietta chiara e pantaloni scuri.
Ieri mattina a Lido di Camaiore, un signore a passeggio è stato avvicinato da una ragazza, come sopra, ma si è accorto che la giovane voleva prendergli il Rolex che aveva al polso e in qualche modo ha reagito, facendo scappare a mani vuote la ragazza che, poco lontano, è salita su una piccola auto che è partita a forte velocità. Il signore ha dato l’allarme alle forze di Polizia.
Dopo circa mezzora la Polizia di Stato del Commissariato di Forte dei Marmi, che da giorni aveva in corso un servizio apposito della squadra anticrimine e della volante, ha intercettato l’auto nel centro del paese. A bordo due ragazze, un bimbo di alcuni mesi e un giovane uomo alla guida. Tutti cittadini rumeni, nati in Spagna, non residenti in Italia.
Le persone sono state condotte negli uffici della Polizia e le ragazze, di cui una minorenne, sono risultate avere specifici precedenti di denunce per furti con destrezza di orologi.
Ben tre vittime di furto, oltre all’uomo della mattina, hanno riconosciuto la minorenne come colei che aveva sottratto gli orologi.
La polizia sta indagando per recuperare la refurtiva. I tre sono stati denunciati in concorso per tentato furto aggravato, la giovane minorenne anche per altri tre furti avvenuti nei giorni scorsi, tutti a Forte dei Marmi.
Il Questore di Lucca, Vito Montaruli, ha emesso nei confronti del terzetto un provvedimento di divieto di ritorno per tre anni nei comuni della Versilia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.