Torna in libertà Anthony Caturano, accusato dell’omicidio stradale in Darsena

VIAREGGIO - E' tornato in libertà Anthony Caturano, il 24enne torrelaghese accusato dell'omicidio stradale di Andrea Lucchesi, 21 anni, morto in un tragico incidente sul vialone in Darsena la notte del 3 febbbraio scorso.

-

Lo ha deciso il gip Giuseppe Pezzuti, con ordinanza del 2 agosto. Sono infatti scaduti i termini massimi dei sei mesi di custodia cautelare. Pertanto Caturano, che si trovava da febbraio agli arresti domiciliari, è tornato libero. Tornerà subito al lavoro, fa sapere il suo avvocato, Fabrizio Miracolo, già dalla prossime ore.

Anthony Caturano era alla guida di una Lancia Y quando aveva travolto in un sabato notte di Carnevale, i due ragazzi di Lucca, Andrea Lucchesi, morto poco dopo, e Fabio Biagini,  25 anni, finito in ospedale a Livorno. Il giovane di Torre del Lago fu accusato di omicidio stradale, omissione di soccorso, in concorso con i tre amici che erano in auto con lui, e guida sotto gli effetti di alcol e droga. Davanti al giudice il ragazzo aveva subito mostrato pentimento. Fu subito arrestato il 4 febbraio, due giorni dopo fu messo ai domiciliari.

A metà marzo aveva ottenuto il permesso di tornare a lavorare. Una decisione, quella del Gip, che aveva provocato le dure reazioni dei familiari di Andrea,  che hanno promosso una petizione con migliaia di firme raccolte, ottenendo il 23 maggio la revoca del permesso.

Manca ancora la data dell’udienza preliminare. Rischiano il processo sia Caturano che i tre amici in auto con lui. Al momento non si esclude il ricorso a procedimenti penali speciali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.