Commercio in crisi, Forza Italia: “Fisco e burocrazia impediscono la crescita”

VIAREGGIO - Fisco e burocrazia, un macigno per la sopravvivenza del commercio. Un ostacolo per il turismo. Queste le problematiche sul tavolo dell'incontro organizzato dal coordinamento locale di Forza Italia con i rappresentanti delle associazioni dei commercianti e della piccola e media impresa.

-

Tra i temi caldi, la chiusura domenicale e nei festivi degli esercizi commerciali. Contrario il senatore e assessore alla cultura del comune di Pietrasanta Massimo Mallegni, che propone di escludere i comuni turistici e le città di interesse culturale. Una presa di posizione abbracciata anche da Confcommercio, secondo cui la Versilia è cresciuta negli anni proprio perché aveva una sorta di esclusiva sulle aperture domenicali. Poi sono arrivati il web, dove operano multinazionali con logiche completamente differenti dal commercio tradizionale e i grandi centri commerciali: dopo il Decreto Monti – precisa Piero Bertolani, vice presidente di Confocmmercio – in Italia hanno chiuso 65 mila imprese. Mallegni rincara la dose: Il Governo deve far sì che un colosso del commercio elettronico, in Italia, abbia la stessa tassazione della piccola azienda”.

La lentezza della burocrazia pesa in particolar modo sul capito infrastrutture e che si ripercuote pesantemente sul turismo. E’ stata ribadita la necessità di realizzare la Via delò Mare. Siamo ancora allo studio di fattibilità – precisa Forza Italia – ci sono impegni dell’ente toscano a finanziare l’intervento, ma mancano atti concreti”. Nel frattempo, si attendono posizioni più precise da parte del governo sulla Bolkestein.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.