In fiamme i boschi del Compitese, forse innescate da un fulmine

CAPANNORI - 2 Canadair e 2 elicotteri in azione insieme ai volontari antincendio e ai Vigili del Fuoco sono intervenuti nei boschi di Pieve di Compito per un vasto incendio che dalle tre di stanotte sta bruciando le pendici del Serra.

-

Le stime sono ancora incomplete ma sono circa 10 gli ettari di bosco andati in fumo nell’incendio che si è sviluppato nei boschi del Compitese nella notte tra domenica e lunedì. Le cause sono ancora al vaglio dei carabinieri forestali, ma con ogni probabilità sarebbe stato un fulmine, caduto intorno alle 3.00 ad innescare le fiamme che si sono poi estese per tutta la notte al versante montuoso, ipotesi avvalorata anche da numerose testimonianze dei residenti. Sul posto hanno operato dalle prime luci dell’alba decine di squadre di volontari antincendio e vigili del fuoco dei comandi di Lucca e Pisa, che hanno presidiato alcune abitazioni molto vicine al fronte del fuoco. I volontari di VAB e Misericordie hanno operato a terra, cercando di ripulire il sottobosco e creando linee tagliafuoco che arginassero l’avanzare delle fiamme. Intorno alle otto di mattina si sono poi levati in volo due Canadair e due elicotteri che hanno effettuati lanci d’acqua e ritardante sui fronti più avanzati dell’incendio e nei focolai più bassi, in modo da attenuare il denso fumo che impediva di operare più in alto. L’evolversi della situazione, intorno a metà mattinata, è apparsa preoccupante a causa del vento che alimentava le fiamme, fortunatamente, insieme al vento, è arrivata anche la pioggia che ha aiutato notevolmente l’opera di spegnimento del rogo che è stato circoscritto intorno alle 13:00. Il sindaco di Capannori, Luca Menesini, ha seguito da vicino l’opera di spegnimento per tutta la mattina, fortunatamente però non si è reso necessario evacuare nessuna abitazione, nè sospendere le lezioni nella scuola di San Leonardo, solo sfiorata dalla colonna di fumo e cenere che si è levata dall’incendio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.