Chiude la Spirale di Monsagrati, l’ira dei sindacati: “Il governo si fa vivo solo ora”

PESCAGLIA - Troppo poco e troppo tardi. Il governo si rende disponibile solo ora per un confronto sulla Nora Spirale, quando ormai i giochi sull'azienda di Monsagrati sono fatti.

-

Dal Ministero del Lavoro è arrivata adesso la risposta alle interrogazioni presentate dai parlamentari, una risposta che ha fatto andare su tutte le furie i sindacati. In premessa infatti si dice che l’azienda non ha usufruito di aiuti dallo Stato (che tecnicamente è vero, perchè i contributi sono della Provincia autonoma di Trento ma i soldi sono sempre quelli pubblici e Trento fino a prova contraria fa sempre parte dello Stato italiano). Il governo gialloverde scrive comunque disponibile ad aprire un tavolo, per tutelare i posti di lavoro a rischio, qualora richiesto dalle parte, azienda o sindacati. “Ma i sindacati la richiesta l’hanno inoltrata il 7 novembre scorso – ha spiegato Paolo Bruni della Filctem Cgil – e nessuno ci ha risposto; e ora ci vengono a dire che sono disponibili, dopo che anche loro sanno che la vertenza si è già chiusa”.

Vertenza chiusa infatti. In questi giorni i sindacati, scaduti termini procedurali, hanno dovuto firmare l’accordo di buonuscita con l’azienda, per garantire almeno qualche soldo in più ai 42 lavoratori di Monsagrati che il lavoro lo hanno già perso. La prossima settimana l’accordo sarà sottoposto ai singoli dipendenti. Che potranno accettarlo, o decidere di accettare invece il trasferimento a Trento, ma per non più di 15 di loro. Oppure, potranno decidere di non accettare niente e fare causa, ma questa è una strada tutta in salita, soprattutto ora che il Governo ha messo nero su bianco che l’azienda non ha ricevuto aiuto statali.

E così si compie l’incredibile delocalizzazione tutta made in Italy, finanziata, sia pure in maniera indiretta, con i soldi della Provincia di Trento. E chissà che non sia stata aperta la strada ad altre operazioni di questo tipo.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.