Sforamenti di PM 10 per la terza settimana, continuano le ordinanze

LUCCA - I continui sforamenti della concentrazione di PM10 nell'atmosfera hanno costretto le amministrazioni comunale di prolungare di un'altra settimanale ordinanze di divieto di circolazione dei veicoli inquinanti, a Lucca estesa ai diesel euro 3.

-

Continua l’allarme inquinamento nella piana lucchese: il perdurare delle condizioni meteo, senza precipitazioni né vento, mantiene una situazione elevatissima di concentrazione di polveri sottili nell’atmosfera. Le centraline di Lucca e Capannori hanno continuato a far registrare sforamenti, costringendo le amministrazioni comunali a prolungare fino al 18 gennaio i provvedimenti anti smog e le limitazioni alla circolazione di veicoli inquinanti e accensione di caminetti. Ma se fino ad oggi ad essere interdetti dalla circolazione erano i veicoli diesel fino ad euro 2, la nuova ordinanza firmata dal sindaco di Lucca estende il divieto, per l’intero territorio comunale, anche agli euro 3, i veicoli cioè immatricolati prima del 2006. Sostanzialmente invariate invece le ordinanze per quanto riguarda la Piana, con il divieto di circolazione limitato ai diesel euro 0, 1 e 2 e il divieto di accensione caminetti e stufe a legna per le abitazioni al di sotto dei 200 metri di altitudine. I divieti termineranno venerdì 18 gennaio, anche se le previsioni meteo danno un peggioramento con precipitazioni già dalla giornata di giovedì.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.