Delitto Iacconi: la sentenza di Appello il 17 aprile

VIAREGGIO - Sarà pronunciata venerdì 17 aprile la sentenza di secondo grado sui due ragazzi "maggiorenni" accusati dell'omicidio di Manuele Iacconi, il 34enne di Piano di Mommio picchiato a sangue a colpi di casco in via Coppino la notte di Halloween del 2014, morto dopo un mese di agonia all'ospedale di Livorno.

-

A Palazzo di Giustizia a Firenze, a quasi due anni dal processo di primo grado, si è aperta la prima udienza  in Corte di Assise di Appello. Sul tavolo degli imputati Alessio Fialdini e Federico Bianchi, entrambi 23enni. Secondo l’accusa avevano aggredito Iacconi insieme ad altri due ragazzi, all’epoca minorenni, già condannati.

Il procuratore generale e le parti offese hanno  chiesto la conferma della sentenza di primo grado che, in rito abbreviato al tribunale di Lucca, il 5 luglio 2017 aveva visto condannare  a 18 anni Fialdini e 15 e 8 mesi Bianchi, con l’accusa di omicidio volontario, tentato omicidio e lesioni di Manuele Iacconi e l’amico Matteo Lasurdi, rimasto ferito. La difesa dei due giovani ha chiesto l’assoluzione e, in subordine, la derubricazione del reato in rissa. Respinto l’appello incidentale del pm lucchese Sara Polino che aveva chiesto maggiori condanne. Repliche e sentenza sono state dunque rinviate al prossimo 17 aprile.

Per il delitto di Halloween era stato assolto in secondo grado Matteo Della Ragione, uno dei due minorenni coinvolti. Finito però in carcere per il tentato omicidio di Lasurdi con una condanna di sei anni.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.