Una settimana di passione tra Piacenza, ricorsi e… trattative

CALCIO C - Giornate frenetiche in casa rossonera tra campo, ricorsi e trattative. Giovedì sera arriva il fortissimo Piacenza ma sarà anche la giornata del verdetto sulla fideiussione Pannonia. Intanto Ulisse si fa avanti e chiede un incontro al sindaco di Lucca Alessandro Tambellini.

-

Una settimana di passione nel vero senso della parola per la Lucchese. Di nome e di fatto. Giovedì la sentenza definitiva sul caso della fideiussione Pannonia mentre fervono (purtroppo si fa per dire) le trattative per la cessione di una società il cui destino pare segnato. Ulisse avrebbe chiesto di incontrare il sindaco Tambellini. Mah. Vedremo. Intanto sul campo, unico settore dal quale arrivano notizie confortanti, la squadra prosegue nella preparazione in vista del difficile match casalingo di giovedì sera contro il Piacenza. Tra l’altro la formazione emiliana cala a Lucca ringalluzzita dall’essersi portata ad un solo punto dalla capolista Entella. Gara quindi ancor più complicata e difficile per i rossoneri. Che però , ennesima conferma a Vercelli, hanno ribadito la loro forza e la capacità di tener testa agli squadroni del campionato. Il problema è che ogni settimana qui si perde un pezzo. Dopo il grave infortunio occorso allo sfortunato Greselin stavolta mancherà anche Provenzano, appiedato per una giornata dal giudice sportivo. Questo significa avere un pacchetto mediano con gli uomini davvero contati che costringerà Favarin a virare con ogni probabilità sul 3-5-2. Solo dopo la rifinitura di mercoledì avremo una eventuale conferma delle nostre previsioni. Chiaro che il match è complicato con tutte le dinamiche e le prospettive che si porta dietro. Tra l’altro all’andata (match di cui siamo rivedendo alcune fasi) il Piacenza s’impose per 1 a 0. La gara fu decisa dalla rete di Nicco al nono del primo termpo. Voglia di rivincita tanta, anche per alimentare la classifica e rendere possibile lo spareggio-salvezza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.