Meno decibel e più cultura: la svolta “soft” di Villa Bertelli

FORTE DEI MARMI - Una svolta soft tanto attesa quanto annunciata per Villa Bertelli, che per l'estate 2019 abbandona lo scettro di epicentro versiliese dei concerti pop-rock e si converte in luogo di cultura e spettacolo a 360°: musica leggera, lirica, comicità, arte e musical.

-

Il cartellone è stato svelato dal Presidente del Comitato Ermindo Tucci insieme all’amministrazione Murzi quasi al completo che aveva promesso questo cambio di rotta – come noto – in campagna elettorale. 23 serate in tutto, comprese quelle del Premio Satira, con meno nomi da grandi numeri e una platea ridotta dai quasi 3mila spettatori ad un massimo di 1.600 posti (eliminate le tribune). Dal 6 luglio al 24 agosto tra i nomi attesi Nicola Piovani, Neri Marcorè, Simone Cristicchi, Stefano Bollani, gli show di Enrico Montesano, Flavio Insinna, l’arte impressionista raccontata da Marco Goldin, l’opera classica con “L’elisir d’amore”, e i musical per famiglie Il Libro della giungla e Il Principe Ranocchio. Tre serata restano da definire, ma si annunciano di grande effetto. Resteranno inoltre sempre aperte le sale espositive con la mostra delle collezioni di Leone Piccioni.

 

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.