Rievocazione nazista, 5 denunce per apologia

LUCCA - Lo scorso 27 gennaio, ricorrenza della  Giornata della Memoria, a Lizzano in Belvedere (Bo), frazione Vidiciatico, cinque soggetti avevano organizzato una rievocazione storica, indossando uniformi militari, di foggia tedesca, risalenti al secondo conflitto mondiale, con fregi e mostrine proprie delle divise appartenenti alle “Waffen SS”.

-

Per tale fatto la Procura della Repubblica di Bologna ha delegato un’attività di indagine alla Polizia di Stato per il reato di apologia di terrorismo o crimini contro l’umanità.

Nei giorni scorsi gli operatori della DIGOS della Questura di Lucca, contemporaneamente alle Digos delle Questure di Bologna, Torino, Firenze, Verona e Varese, hanno eseguito delle perquisizioni  a carico degli indagati, due dei quali sono residenti a Lucca.

L’attività di polizia giudiziaria, coordinata dal Sost. Proc. della Procura di Bologna dr. Antonio Gustapane, ha permesso di rinvenire e sequestrare presso le abitazioni degli indagati diverse uniformi riproducenti quelle indossate  dall’esercito nazista, tra le quali quelle utilizzate a Lizzano in Belvedere, nonché gadgets, come berretti, spille ed  adesivi, con simboli nazisti (aquile, svastiche) ed armi giocattolo, utilizzate in diverse rievocazioni storiche alle quali il gruppo ha partecipato.

I soggetti deferiti all’A.G. sono tutti italiani. Per alcuni di essi è stato possibile verificare la vicinanza a gruppi di estrema destra come Forza Nuova; solo alcuni annoverano precedenti penali, in particolare un soggetto era stato già deferito all’Autorità Giudiziaria per discriminazione razziale.

Tutto il materiale, sequestrato a Lucca, è stato rinvenuto nell’abitazione di uno solo dei due indagati, il quale, oltre a consegnarlo immediatamente, ha fornito agli operatori una dettagliata descrizione delle divise naziste WAFFEN SS delle truppe da montagna “Edelweiss”, dei distintivi metallici e del loro significato.

E’ stata consegnata la replica da soft-air di un fucile mitragliatore modello MP40, con cinghia in cuoio e tappo rosso sul vivo di volata  utilizzata a Lizzano in Belvedere, il decorso 27 gennaio.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.