Spiragli e orizzonti da mondiale per il rampante e formidabile Pera

MOTORI - Riccardo Pera e il suo team trionfano anche a Monza e si portano al comando del campionato europeo Endurance GTE. Una vittoria ma soprattutto una prestazione quella del 20enne di Marlia che potrebbero proiettarlo nel mondiale già dalla prossima stagione 2019/2020 in una formidabile escalation.

-

La cronaca della “Quattro Ore di Monza”. Dopo l’eccezionale vittoria alla prova del campionato mondiale di Spa Francorchamps Riccardo Pera si è presentato molto carico al secondo appuntamento del campionato europeo endurance, unico appuntamento in Italia. Primo stint affidato al tedesco Christian Ried. una testa coda del pilota germanico causatogli da un avversario e poi un regime di safety car complicavano la garadel del team Proton scivolato dalla prima alla quinta posizione. Il secondo stint lo affrontava Matteo Cairoli riportava al comando la Posrsche n° 77 dopo una serie di giri record. A Riccardo Pera il compito forse più difficile, montato in auto ad 1 ora e 40 dalla fine, il pilota lucchese aveva la grande responsabilità di conservare la prima posizione. Con una serie impressionante di giri record Riccardo restava solitario in testa alla corsa incrementando il vantaggio sulla Ferrari e tagliando il traguardo con 25″ di vantaggio sulla prima delle due Ferrari. Grazie a questa vittoria Pera e i suoi compagni Cairoli e Ried passano a condurre il campionato europeo con 42 punti seguiti a 40 punti dalla Ferrari di Pier Guidi/Nielsen/Lavergne. Terza con 30 punti l’altra Ferrari dell’americano J. Segal. Terzo appuntamento stagionale sul circuito Catalano di Barcellona per la 4 ore in notturna, il prossimo 21 luglio .

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.