Rene sbagliato; condannati i medici, 900mila euro a Dal Porto e famiglia

LUCCA - E' arrivata la sentenza per il caso del paziente dell'ospedale San Luca al quale era stato asportato per sbaglio il rene sano, anzichè quello malato. Un caso che aveva avuto un'eco mediatica nazionale.

- 2

Il giudice del tribunale di Lucca, Stefano Billet, al termine del processo, ha condannato a 6 mesi di reclusione per lesioni colpose gravi i tre imputati, la radiologa Claudia Gianni, che secondo l’accusa nel repertare la Tac aveva scambiato il lato destro con il sinistro, e gll urologi Stefano Torcigliani Dal Porto e Giuseppe Silvestri, presenti in sala operatoria. Per loro è scattata anche l’interdizione di un anno dalla professione medica, pena sospesa per tutti e tre. Il giudice ha disposto inoltre una provvisionale immediatamente esecutiva di 600mila euro per la vittima di questa vicenda, l’imprenditore Guido Dal Porto e di 100mila euro ciascuno per i due figli e per la moglie. Il risarcimento danni complessivo sarà successivamente valutato in sede civile.

Commenti

2


  1. Ok però se la giustizia è uguale per tutti condanniamo almeno alla stessa pena anche tutti gli spacciatori, quelli che guidano ubriachi e fatti e investono innocenti, coloro che picchiano la moglie ecc… che danneggiano DELIBERARATAMENTE gli altri e magari anche per loro scriviamo nome e cognome senza celarli dietro la cosiddetta privacy, perché in teoria anche la privacy è uguale per tutti


  2. Magari ora Dal Porto può restituire i soldi alle persone che ha danneggiato con la bancarotta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.