Il ritorno nostalgico dei Tears for Fears dieci anni dopo al Summer Festival

LUCCA - Dopo più di un decennio sono tornati davanti al pubblico italiano i Tears for Fears, uno dei gruppi più amati del decennio ’80 -’90. Con il Gratest hits “Rule the world” e l’omonimo tour segnano il grande ritorno discografico della band che sarà in Italia per altre tre date oltre a quella di Lucca.

-

 

Diecimila in piazza Napoleone a raccogliere le lacrime di gioia che i Tears for Fears distribuiscono in uno degli appuntamenti-clou dell’edizione 2019 del Lucca Summer Festival. Un grande ritorno in Italia (martedì si erano esibiti a Roma) del duo britannico che rappresenta una pietra miliare nella storia musicale mondiale ormai da quasi 40 anni.

Il loro Rule the world tour trae spunto dal titolo della recente raccolta di successi pubblicata da Roland Orzabal – cantante, chitarrista e compositore della band e da Curt Smith, voce e basso. I due artisti britannici sono stati davvero dei precursori del New wave del New romantic, pur avendo vissuto una carriera con alti e bassi: momenti esaltanti ad altri costellati da puro oblio.

Sul palco sono perfettamente a loro agio. Accennano timidi sorrisi e provano a spiccicare qualche parola in italiano. Ne sortisce un concerto dal sapore antico condito da una nostalgica malinconia. Una full immersion nei ricordi come negli anno d’oro. Giochi di luce e video suggestivi scandiscono e accompagnano lo sfondo di un’esibizione di un’ora e mezzo apprezzata dai fans lucchesi.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.