Guerra tra bande, indagati 32 motociclisti

VERSILIA - La Polizia ha concluso all'alba di oggi una nuova operazione contro il fenomeno degli scontri tra bande di motociclisti. Identificati 32 componenti dei diversi club motociclistici toscani dei ''Golden Drakes".

-

copia_di_26_4_polizia.jpg.jpg

La Polizia ha concluso all’alba di oggi a Lucca una nuova operazione contro il fenomeno degli scontri tra bande di motociclisti, che segue quella di poco piu’ di una settimana fa e che porto’ all’ arresto di un affiliato alla club house dei Mongols ed alla denuncia del presidente uscente della stessa sede. Sono stati ora identificati 32 componenti dei diversi club motociclistici toscani dei ”Golden Drakes”, indagati per concorso nei reati di rapina e lesioni aggravate. La nuova operazione ha avuto origine da un intervento compiuto da una pattuglia della ‘squadra volante’ del Commissariato di poliza di Forte dei Marmi nella serata del 13 luglio 2011 a Seravezza (Lucca), in un pub dove cinque persone, appartenenti al locale motoclub degli ”Smoking Wheels” furono aggredite da un gruppo di uomini travisati in volto, alcuni vestiti da motociclista, per la maggior parte armati di bastoni, mazze da baseball e sfollagente telescopici. Gli aggressori, dopo aver picchiato a sangue i cinque, si allontanarono velocemente a bordo di diverse automobili, sottraendo alle vittime i loro giubbotti e gilet in pelle su cui erano applicati i distintivi del gruppo ed alcuni cellulari e chiavi delle moto. Le indagini, svolte dagli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Lucca e del Commissariato di polizia di Forte dei Marmi, hanno consentito di identificare tutti e 32 i componenti dei diversi club motociclistici regionali dei ”Golden Drakes”, ora indagati per concorso in rapina e lesioni aggravate, che fecero il blitz punitivo nel pub dove si trovavano i 5 free bikers dei rivali ”Smoking Wheels”. Il movente della aggressione e’ stato individuato nell’utilizzo, da parte del club motociclistico ”Smoking Wheels”, di simboli e colori (le cosiddette ‘patches’) senza la prevista autorizzazione del gruppo egemone in Toscana dei ”Golden Drakes”. Nel corso delle perquisizioni compiute nelle abitazioni degli indagati sono state rinvenute armi bianche, tra cui spade, pugnali, coltelli, asce, noccoliere, sfollagente, bastoni, mazze da baseball.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento