Ruba il portafogli al proprio dipendente

LUCCA - La Sezione reati contro la persona della Squadra Mobile ha denunciato in stato di libertà, per il reato di furto aggravato un 47enne titolare di una ditta di traslochi, residente a s. Pietro a Vico.

-

polizia2-300x336.jpg

L’ uomo è accusato di aver derubato un proprio dipendente del contenuto del portafogli, circa 120 euro, lasciato incustodito dal giovane che si era recato in ditta per prelevare il camioncino ed effettuare il servizio giornaliero. Dopo aver lasciato temporaneamente incustodito il marsupio con dentro la somma di denaro sul sedile del camioncino appena all’ esterno della ditta, giusto il tempo per andare a ritirare dei documenti che aveva dimenticato di prendere prima della uscita, si
era fermato in un bar di s. Pietro a Vico per comprare le sigarette. Qui aveva costatato la sparizione della somma imputando il momento del furto a quando aveva lasciato incustodito il marsupio appena fuori dalla ditta. Il giovane aveva sporto denuncia in questura, nutrendo poche speranze che il colpevole fosse individuato; gli investigatori della Squadra mobile avevano invece estrapolato le immagini dall’ impianto di videosorveglianza di una ditta confinante, e mostrato i nitidi fotogrammi al denunciante di un uomo che, dopo aver aperto lo sportello, si notava asportare qualcosa dal sedile del mezzo. Questi con molta sorpresa aveva riconosciuto il suo datore di lavoro che, convocato in Questura, non ha saputo spiegare il gesto, rendendosi però disposto a risarcire parte della somma.
Vista la procedibilità d’ ufficio, è stato comunque denunciato in stato di libertà per furto aggravato.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento