Giro di Toscana, prima tappa a Giorgia Bronzini

PISTOIA - Giorgia Bronzini ha vinto la prima tappa del giro ciclistico femminile della Toscana, la Bottegone - Massa e Cozzile. Marianne Vos, terza, conserva la maglia rosa.

-

12_9_13__bronzini.jpg

Gran bella tappa. Si riparte dopo la cavalcata di Marianna Vos a Campi Bisenzio: 2’53” il tempo della formidabile campionessa del mondo che sulle strade del centro della cittadina fiorentina ha battuto di 3” la compagna di squadra Van Vleuten; Olds e Wild a 5, Scandolara a 6, Guderzo e Cantele a 9, e Stevens a 11 tanto per citare solo alcune delle favorite. Insomma il Giro di Toscana (18a edizione) parte col botto con la regina del cilcismo mondiale subito protagonista. Il giorno dopo siamo al Bottegone di Pistoia per la tappa della Valdinievole. 136 le atlete rimaste in gara. Ci sono tutti colori del mondo anche se la Vos ha il rosa sopra l’arcobaleno. La Luperini telefona, la Jasinska ci spera, La Michela Fanini Record Rox alla firma del foglio di partenza. C’e’ anche la giovanissima campionessa italia Daria Muccioli. Partenza alle 14,06 per il plotone che si muove orchestrato da patron Brunello. Il primi traguardo volante, ma non c’e’ sprint, è di Marta Tagliaferro. Ma la tappa è resa dura ed insidiosa dalla scalata del Massa, uno strappo micidiale soprattutto sugli ultimi tornanti con pendenze anche intorno al 15%. La selezione prima è naturale poi diverrà fisiologica. Tatiana Guderzo mette al torchio la squadra con Antonshina che lavora in salita ma la Vos è sempre molto attenta. Bene anche uan rediviva Noemi Cantele che dimostra di avere la gamba buona. Già sul primo passaggio la selezione è netta e le ritardatarie, ci saranno anche diversi ritiri. accumulano distacchi pesanti: il tempo massimo è stato fissato in 36’. Il ritmo non è infernale ma davanti rimangono in 30 con tutte le migliori della classifica e le aspiranti alla maglia rosa di Firenze. La Vos rimane un pò isolata dal lavoro delle azzurre che fanno le prove generali in vista della prova iridata. Gongola il CT Salvoldi al seguito della corsa. All’ultimo giro dei quattro previsti il gruppo si è assottigliato a 19 unità. Qui provano l’attacco la Cauz ed una volitiva Valentina Scandolara. La Vos che non ha più compagne è chiamata a lavorare in prima persona. Pagherà parzialmente lo sforzo. Sull’ultimo strappo del Massa la campionessa del mondo imane staccata ma recupera in discesa riportandosi dietro altre contrattaccanti. Rimangono in 13 che si presentano sul lungo rettilineo d’arrivo, circa 300 metri. Giorgia Bronzini magnifica in salita impone la legge della piu’ forte con una sprint imperioso che non lascia scampo alla bravissima Rosella Ratto, per poco non profeta in patria, e alla superba Vos. Quarta Emma Johannson e a seguire le altre battistrada. La Vos conserva la maglia rosa con 5” sulla Bronzini. A fine corsa volti soddisfatti e parziali delusioni a cominciare da un’emozionatissima Rossella Ratto.Ricordiamo che tutte le sere (ore 23) Noi Tv proporrà uno speciale dalle pieghe della corsa con immagini, curiosità ed interviste curato da Guido Casotti. Replica il giorno dopo alle 8 e alle 12.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento