La Provincia chiede alcuni edifici demaniali

LUCCA - Sfruttando le disposizioni del “Decreto del fare” la Provincia di Lucca ha richiesto di acquisire, a titolo gratuito, dal demanio pubblico.

-

L’annuncio è stato fatto dal presidente Stefano Baccelli e dal dirigente del settore pianificazione territoriale e patrimonio Francesca Lazzari. “Questa scelta non va in direzione opposta alla paventata chiusura delle Province, anzi – ha spiegato Baccelli – perchè in prospettiva vogliamo lasciare questi beni alla comunità che li saprà custodire meglio di quanto sia stato fatto finora dal demanio”.
E così nella lista degli edifici che la Provincia vorrebbe acquisire ci sono due istituti scolastici: i due edifici del Passaglia e la storica sede del Machiavelli. Un progetto importante riguarda il complesso di Sant’Agostino, caduto in abbandono, dove dovrebbe essere trasferita la sede dell’ufficio scolastico provinciale e il liceo musicale, ma dove la Provincia vorrebbe far nascere anche vero e proprio polo scolastico-culturale sulla scorta di quanto accaduto con il San Francesco. E poi ancora l’ex Cavallerizza Ducale, completamente abbandonata, che potrebbe servire come supporto a servizio delle Mura, gli ex macelli pubblici, l’ex dopolavoro di Nozzano, parte dell’ex Real Collegio e infine Palazzo Pretorio, che potrebbe divenire sede di attività strategiche per il governo della città.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento