Una domenica alla..siciliana

BASKET - Agrigento e Priolo sulla strada di ArcAnthea e Gesam Le Mura. Difficile il compito dei biancorossi di coach Mecacci che ricevono il forte Moncada; più abbordabile la trasferta delle ragazze di Mirko Diamanti.

-

Potremmo, anzi possiamo, definirla una domenica alla…siciliana. Almeno nel basket è così. Prendete l’ArcAnthea Pallacanestro Lucca che, dopo aver vinto a Recanati che fa il bis con il successo casalingo sulla Paffoni Omegna, attende la visita del forte Moncada Agrigento, secondo in classifica e un potenziale sul parquet che ne fa una delle compagini più forti del torneo Adecco Silver. Insomma una brutta gatta da pelare per Parente e soci che ambiscono ad un duplice obbiettivo: agganciare i siciliani salendo nei quartieri nobili della classifica e “vendicare” la sconfitta che ancora brucia patita giusto un anno fa di questi tempi dopo un tempo supplemenatre coi due punti gettati letteralmente al vento. Non sarà facile ma coach Mecacci ci crede e si può anche fare. Decisamente più abbordabile sulla carta il compito del Gesam Gas Le Mura che va addirittura in Sicilia, in provincia di Siracusa. Sul campo del Priolo penultimo in classifica, le biancorosse di coach Diamanti non dovrebbero faticare più di tanto per conquistare l’ottava vittoria nell’arco delle prime dieci partite che significherebbe guadagnare qualcosa su Ragusa o Schio a confronto diretto sul campo delle vicentine campioni d’Italia. D’altronde, incassata già la matematica qualificazione alla final four di Coppa Italia, la società del presidente Cavallo vuol essere ancora protagonista tanto che pare siano stati rotti gli ultimi indugi sull’ingaggio di una giocatrice che sostituirà la sfortunata Jillian Robbins.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento