Remaschi: “Sanità, manca il personale”

FIRENZE - Il presidente della commissione regionale sanità, Marco Remaschi (Pd), lancia l'allarme sul blocco del turn - over anche nei servizi sanitari in Toscana.

-

Il tema del blocco del turn-over in Sanità e più in generale delle politiche del personale in tale ambito continua ad essere argomento centrale nella discussione relativa alle prospettive della futura offerta di salute per il nostro Paese.
La vicenda toscana, a riguardo, non fa eccezione: sulla questione prende infatti posizione il Presidente della IV Commissione Sanità e politiche sociali Marco Remaschi che così commenta: “Il mancato reintegro del personale, causa del consolidarsi delle politiche di contenimento della spesa attuate a partire dalla metà del 2011, rischia, per l’anno appena iniziato, di mettere pesantemente in discussione sia la quantità che la qualità delle prestazioni che verranno erogate dal servizio sanitario toscano”
“Mi riferisco – continua Remaschi – in particolare ad alcune figure professionali quali infermieri, operatori socio-sanitari come pure più in generale i tecnici sanitari. La mancanza di una strategia regionale su questo tema affiora facilmente in superficie anche alla luce della estrema
discrezionalità con la quale le aziende sanitarie della nostra regione si approcciano a tale problematica.”
“Questo tema – conclude – non può comunque attendere oltre: mi attendo dall’assessorato almeno due iniziative a mio giudizio ineludibili: dare esecuzione fin da subito alle disposizioni del ministero della Salute in modo tale che si possano prorogare i contratti a tempo determinato in essere fino al 2016 ed in parallelo l’istituzione di un tavolo di confronto sulle politiche da mettere in campo, di concerto con le organizzazioni sindacali, per programmare i futuri fabbisogni delle aziende
sanitarie della Toscana.”

Lascia per primo un commento

Lascia un commento