Potenziamento dei servizi territoriali

LUCCA - Tre milioni di euro per potenziare i servizi sanitari sul territorio della Piana di Lucca e della Valle del Serchio.

-

Ammonta a tanto l’investimento necessario per mettere in atto l’ambizioso progetto elaborato dalla Asl2 e approvato della Regione Toscana. Integrato con l’apertura del nuovo ospedale San Luca, l’azienda sanitaria punta al potenziamento dei servizi territoriali affidando alle strutture e all’assistenza extraospedaliera la cura delle patologie cronico-degenerative. Il progetto prevede specifici interventi per Piana e Valle del Serchio. Nella Piana gli interventi principali saranno due: il potenziamento del consultorio (e della sua rete), e l’attivazione di un servizio di guardia medica pediatrica. In Valle del Serchio, ritenuto un territorio in cui c’è un’elevato bisogno di assistenza territoriale, saranno istituti molti nuovi servizi: un ambulatorio di cardiologia dedicato allo scompenso cardiaco, un ambulatorio di neurologia per la gestione dei percorsi ictus e alzheimer, ma anche nuovi ambulatori di pneumologia e di ecocolordoppler, oltre al potenziamento delle strutture intermedie residenziali. L’attivazione del piano scatterà prima possibile.
Nel corso della conferenza c’è stato spazio per parlare anche del futuro del Campo di Marte dove troveranno spazio molti nuovi servizi. L’intervento complessivo di ristrutturazione e adeguamento dei cinque padiglioni costerà più di 20 milioni di euro, ma i lavori – ha spiegato il direttore generale D’Urso – saranno progressivi, una struttura alla volta, con il sostegno economico della Regione. Per vedere completata la cittadella della salute serviranno almeno 10-15 anni.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento