CasaPound contro il circo con gli animali

LUCCA - "Circo: gli animali non si divertono". Questo lo slogan sullo striscione esposto ieri sera nei pressi del circo Moira Orfei (in zona via delle Tagliate) da alcuni militanti de La Foresta Che Avanza, gruppo ecologista di CasaPound Italia.

- 1

CIRCO1

“Dopo l’azione di protesta fatta a Livorno – affermano i militanti de La Foresta che Avanza Toscana – interveniamo anche a Lucca per sensibilizzare la popolazione sul tema dei circhi con gli animali; una pratica barbara che educa al cinismo gli spettatori più giovani, facendo perdere la percezione al bambino della reale natura degli animali, inquadrandoli come semplici oggetti di divertimento. Nei circhi gli animali vengono sottoposti a sofferenze e umiliazioni che annientano la loro natura, per non parlare dell’esposizione degli stessi nelle gabbie: un’abitazione crudele e contro la natura stessa degli animali esposti”.

“Ribadiamo la necessità – continua la nota – che le giunte comunali inizino a vietare il transito dei circhi con animali nelle nostre città. Sarebbe un bel gesto di cultura, che andrebbe a colpire solo quei circhi che di fatto recano sofferenze inaudite agli animali, valorizzando invece l’arte circense senza lo sfruttamento di esseri viventi.La Foresta Che Avanza si batte da anni contro ogni forma di sfruttamento degli animali, carcerati in gabbie minuscole e malnutriti, spesso vittime indifese di speculatori senza scrupoli, e a sostegno di tutte quelle iniziative che contribuiscano alla salvaguardia degli animali stessi, dell’ambiente e di una visione del mondo che rimetta al centro la Natura.”

 

Commenti

1


  1. Bravi, molto equilibrato, mi piace.

Lascia un commento