Lucca, grande successo per la Vedova Allegra al teatro del Giglio

LUCCA - Teatro del Giglio quasi esaurito per l'ultimo appuntamento lucchese per La vedova allegra prima della tournée toscana programmata in febbraio nei teatri di Pisa e Livorno, cui seguiranno, nel mese di novembre,altre due recite al Teatro Coccia di Novara.

-

Prima dell’inizio dello spettacolo il direttore artistico Aldo Tarabella ha annunciato che tra il pubblico c’era uno spettatore d’eccezione: Ferruccio Soleri, “”storico”  Arlecchino protagonista dell’omonimo spettacolo di Giorgio Strehler, che fin dal 1963 il pubblico dei teatri di tutto il mondo ha potuto ammirare ed amare.

Poi spazio allo spettacolo,un nuovo allestimento del Teatro del Giglio, realizzato in coproduzione con i teatri partner del progetto LTL Opera Studio. In scena l”attore Mario Brancaccio nel ruolo di Njegus, scaltro tuttofare impiegato nella cancelleria dell’ambasciata montenegrina. Insieme a lui, a dar voce e corpo ai protagonisti della più amata tra le operette di Franz Lehàr sono stati tra gli altri Carmine Monaco (barone Mirko Zeta), Alessandra Della Croce (Valencienne) e Ricardo Crampton (Danilo Danilowitsch).

La vicenda è quella di una ricca ereditiera il cui sogno d’amore si realizza solo grazie ad un intervento esterno quasi miracoloso ed inaspettato. Sullo sfonda una società che si abbandona alle feste danzanti e ai balli mondani, dal carattere lieve e frizzante ma anche con la consapevolezza di una celebrazione dell’ultimo trionfo del valzer.

Nicola Paszkowski ha guidato l’ Orchestra Giovanile Italiana; regia di Fabio Sparvoli, scene e costumi rispettivamente di Giuliano Spinelli e Irene Monti.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento