Lucca, blitz della Procura al comando della Polizia Municipale

LUCCA - I carabinieri hanno acquisito documentazione presso il comando della Polizia Municipale di Lucca, a seguito di un'indagine avviata dalla Procura. Oggetto dell'inchiesta sarebbero alcuni permessi di accesso alla ztl . La Procura vuole capire se sono stati concessi a persone che ne avevano effettivamente diritto.

-

La Procura di Lucca sta indagando su presunti accessi irregolari alla ztl del centro storico. I carabinieri e la polizia giudiziaria di via Galli Tassi si sono presentati al comando della Polizia Municipale per acquisire documentazione in vari uffici. Massimo riserbo sull’oggetto preciso delle indagini. Dalle indiscrezioni sembra però che tutto sia iniziato a seguito di diversi esposti partiti proprio dall’interno del comando e che segnalavano alcune irregolarità negli accessi consentiti alla zona a traffico limitato. In sostanza negli esposti si denunciava che nella lista delle targhe con libero accesso alla ztl erano state inserite targhe di auto che in realtà non avevano diritto ad entrare nella zona vietata.

La Procura ha quindi deciso di accertare la veridicità di queste segnalazioni ed in particolare se le auto che eventualmente sono entrate in maniera abusiva nella ztl sono le vetture private di alcuni agenti in servizio alla stessa polizia municipale. Il reato ipotizzato sarebbe quello di abuso d’ufficio ma è bene chiarire che al momento non ci sarebbero indagati. Insomma, siamo sempre alla fase delle verifiche.

Il Comune di Lucca si è limitato ad esprimere la propria piena collaborazione con la Procura spiegando che al momento attuale non è possibile alcuna valutazione di merito rispetto agli accertamenti in questione.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento