Polizia salva ragazza accoltellata dal compagno

LUCCA - Arrestato marocchino accusato di aver picchiato la compagna e di averla ferita con un coltello. Gli agenti intervenuti a Sant'Anna lo hanno trovato mentre teneva in braccio la piccolissima figlia che urlava mentre la donna era a terra in stato di shock.

-

 

La Polizia ha arrestato un 26enne di origine marocchina, per maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate. In particolare la Squadra Volante, e’  intervenuta nella zona di S.Anna, su richiesta di una giovane donna, anch’essa di nazionalità marocchina, che aveva detto al 113 di essere stata  aggredita dal compagno. Gli agenti intervenuti hanno subito sentito le urla di una bambina e della donna che aveva richiesto l’intervento. Fatto ingresso nell’abitazione, le cui stanze erano state messe a soqquadro, gli operatori hanno trovato la donna terrorizzata in un angolo della stanza, in evidente stato di shock, che presentava una ferita d’arma da taglio all’altezza del braccio, procurata con un coltello da cucina successivamente rinvenuto, nascosto, sotto un divano, ed il suo aggressore che teneva in braccio la bambina, ancora piccolissima e nata nel corso della loro relazione. Dopo avergli subito tolto la bimba l’uomo e’ stato bloccato e tratto in arresto. La donna – che ha dichiarato che  già in passato era rimasta vittima di episodi analoghi da parte del compagno – e’ stata trasportata in ospedale.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento