Lucchese vuole consolidare la posizione dentro ai playoff

CALCIO LEGA PRO - La gara interna di domenica (ore 16,30) contro il Pontedera può essere l'occasione giusta per tornare alla vittoria e guadagnare punti preziosi per rimanere tra le prime dieci. Senza Bruccini e Mingazzini il tecnico Galderisi deve reinventarsi il centrocampo. Gargiulo e Nolè in mediana e, forse, Raffini al centro dell'attacco.

-

 

E’ sempre tempo di spie ? Chissà. DI fatto però Galderisi, che giustamente vuol custodire e difendere, il proprio lavoro settimanale dirotta la squadra dall’Acquedotto all Porta Elisa, e a porte chiuse, tranne la fase di riscaldamento. Insomma non per noi, ma di fronte ai troppo curiosi, è bene non fidarsi. Il Nanu e il suo staff lavorano molto sul piano tattico e con le pale a gioco fermo per cui sarebbe sciocco concddere vantaggi agli avversari. Il Pontedera di Indiani e Giovannini incombe all’orizzonte per la gara interna di domenica. Dopo gli squadroni (Alessandria, Livorno e Arezzo) che veleggiano al vertice del campionato, un avversario sulla carta decisamente più abbordabile. Ma questo non ditelo al buon Nanu che vi risponderà così.

In soldoni, pur non essendosi il nostro troppo sbilanciato si delinea una formazione che sul piano tattico dovrebbe ridisegnarsi con il 3-4-2-1. Difesa straconfermata, non a caso è la seconda del campionato con 23 reti subìte dopo l’Alessandria e alla pari col Livorno. A centrocampo Nolè e Gargiulo al posto degli squalificati Bruccini e Mingazzini. Ma la grande novità sarà in attacco dove Fanucchi tornerà alla trequarti con De Feo a sostegno del giovane centravanti Raffini. Un’occasione ghiotta per il 20enne centravanti emiliano di Castel San Pietro che negli scampoli finora concessogli ha fatto intravvedere buone cose.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento