G7 a Lucca, semideserto il salotto buono della città

LUCCA - Un centro storico di Lucca dall'atmosfera davvero inconsueta quello che si è svegliato all'alba del 10 aprile, il giorno del G7. Le piazze e le strade all'interno delle zone interessate dal vertice erano quasi completamente deserte.

- 1

 

Scuole di ogni ordine e grado chiuse e ai varchi le forze dell’ordine e la protezione civile, come da disposizione, hanno fatto passare solo i residenti e le persone aurorizzate.

Era lunedì mattina e molti negozi in realtà avrebbero tenuto comunque le saracinesce abbassate. Ma c’è stato chi, come la gioielleria Marchi, ha voluto far notare che il G7 ha fatto saltare anche più di un giorno di lavoro, in una delle settimane migliori dell’anno, commercialmente parlando, per Lucca. Gli esercizi commerciali aperti nelle zone blu, verde e gialla erano davvero pochi. E i bar che hanno deciso di aprire lo hanno fatto anche per spirito di servizio.

Nelle zone esterna al G7 i turisti ai tavolini non sono mancati. Ma c’è poco da dire; se si guarda ai conti, qualche commerciante ci ha rimesso. E i cittadini qualche disagio hanno dovuto sopportarlo. La città però è stata sui notiziari di tutto il mondo. Ne è valsa la pena? La discussione è in corso.

 

 

 

 

 

Commenti

1


  1. E’ STATO UN EVENTO ASSURDO QUANTO INUTILE. UN GRUPPO DI IMBECILLI CHE MANGIANO E SI DIVERTONO A SPESE DELLA COLLETTIVITA’, DOPO AVER PARALIZZATO UNA CITTA’ PER 2 GIORNI ED IN PERIODO PASQUALE. E TUTTO PER DISCUTERE (SI FA PER DIRE) DI OVVIETA’. UN EVENTO CHE HA MESSO IN PERICOLO GRATUITAMENTE I CITTADINI E LE OPERE D’ARTE DI UNA CITTA’ COME POCHE, DA TUTELARE CON CURA, PERCHE’ ANCORA A MISURA D’UOMO. SE CI FOSSE STATO UN ATTENTATO CHI AVREMMO DOVUTO RINGRAZIARE? SIAMO ONESTI, CHI CI PUO’ DIFENDERE DA UN ATTO TERRORISTICO? LE FORZE DELL’ORDINE? MA NON SCHERZIAMO! DOBBIAMO SOLO SPERARE CHE NON AVVENGA. QUESTO GENERE DI EVENTI, SE PROPRIO SI VOGLIONO PORTARE AVANTI, TANTO PER INDEBITARCI DI PIU’ E ALLIETARE QUELLA MANICA DI INCAPACI E LADRI CHE CI GOVERNA, SI DOVREBBERO ORGANIZZARE IN UN LUOGO REMOTO E SEGRETO, FACILMENTE COTROLLABILE, MAGARI SU UNA PORTAEREI. IN UNA LOCATION, CIOE’, CHE NON ATTIRI L’ATTENZIONE DEL TERRORISMO. A QUESTO PROPOSITO GLI SCONTRI AL G8 DI GENOVA RAPPRESENTANO UN TRISTE RICORDO, ANCHE SE, IN QUELLA OCCASIONE, IL TERRORISMO ERA DI ALTRO TIPO.
    EVIDENTEMENTE TUTTO CIO’ NON HA INSEGNATO ALCUNCHE’. CONTINUIAMO PURE A RAGIONARE DA CEREBROLESI, MA NON LAMENTIAMOCI, POI, DELLE CONSEGUENZE!

Lascia un commento