Lucchese al derby di Pistoia si gioca una bella fetta di playoff

CALCIO LEGA PRO - Sabato sera Lucchese impegnata al Melani nella delicata sfida agli arancioni di Atzori. In palio punti pesanti per continuare a sognare i playoff. Lopez deve rinunciare a Fanucchi: in attacco De Feo agirà alle spalle di raffini. All'andata i rossoneri s'imposero 2 a 0 con reti di Forte e Terrani.

-

E’ la terza partita in otto giorni per la Lucchese attesa sabato sera (ore 20,30) dal derby di Pistoia. Gara storicamente insidiosa peraltro quella del Melani contro un avversario relativamente tranquillo e quindi ancor più pericoloso poichè alla ricerca dei punti che possono valere la salvezza-diretta. Ma anche la Pantera ha le sue esigenze visto che la zona playoff è vicinissima e varrà la pena provare a prendersela. Rifinitura al Porta Elisa per la truppa di Lopez che come sappiamo è alle prese con due defaillcances mica da poco. il giovane difensore Maini è infortunato ad una spalla e ne avrà almeno per un paio di settimane. L’esperto fantasista Fanucchi è invece incappato nei fulmini del giudice sportivo e dovrà limitarsi a fare il tifo dalla tribuna. Detto che D’Auria è sulla via del recupero, ma ancora non del tutto disponibile, le scelte del 50enne allenatore romano sono obbligate o quasi. Proviamo a snocciolare l’undici che calerà nel catino degli arancioni: Nobile in porta; Espeche, Dermaku e Capuano in difesa; Tavanti, Bruccini, Mingazzini, Nolè e Cecchini la folta cerniera mediana; De Feo ad “impazzarare” alle spalle della punta centrale Raffini. Un 3-5-1-1 prudente, attento ma pronto a colpire. Il pallone racconta che all’andata (era il 27 novembre) al Porta Elisa finì 2 a 0 per la Lucchese al termine di una partita piuttosto vivace. Lucchese subito avanti con il solito Forte. Arancioni reattivi e match spigoloso che alla mezz’ora vide le due squadre rimanere in 10 per le espulsioni di Neuton e De Feo. Poi in avvio di ripresa il capolavoro di tecnica e di forza di Terrani che chiuse il match. Ve lo riproponiamo senza parole anche perchè non ce n’è davvero bisogno…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.