Rapina in villa: arrestato uno dei componenti della banda

LUCCA - I carabinieri hanno arrestato un kosovaro di 37 anni accusato di far parte della banda che nelle scorse settimane legò e rapinò una famiglia di San Salvatore.

-

Avevano terrorizzato un’intera famiglia lo scorso 27 febbraio a San Salvatore di Montecarlo. Una banda di rapinatori senza scrupoli, che aveva assaltato la villa dell’imprenditore nel settore delle moto Giovanni Pieroni, minacciato, picchiato e immobilizzato insieme alla moglie e alla figlia. I malviventi, erano poi fuggiti con un bottino di alcune migliaia di euro.

Due mesi e mezzo dopo, la Procura di Lucca ed i carabinieri del reparto operativo di Lucca, guidati dal tenente colonnello Dario Anfuso  hanno potuto annunciare la cattura di uno dei presunti componenti della banda. Si tratta di un kosovaro di 37 anni residente a Cascina, Agron Hasani. E i militari sono sulle tracce dei suoi complici, almeno quattro.

Il procuratore capo di Lucca Pietro Suchan e il sostituto Salvatore Giannino, titolare dell’inchiesta, hanno spiegato che sono stati due gli elementi decisivi per l’indagine. Il commando quella sera si era allontanato in auto, ma dopo poco, nella concitazione della fuga, la loro Fabia Skoda era finita fuori strada. I malviventi avevano quindi mollato l’auto ed erano fuggiti a piedi. Indagando sulla proprietà della vettura i carabinieri sono risaliti al kosovaro, peraltro già condannato in passato per furti in abitazione. Ad inchiodarlo ulteriormente, il ritrovamento sull’auto dello scontrino dell’acquisto dei guantoni usati per la rapina. Al momento dell’arresto Agron Hasani, era agli arresti domiciliari e sottoposto all’obbligo di firma per altri reati. Adesso è in carcere al San Giorgio.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento