Lucchese a Olbia ancora in emergenza

CALCIO SERIE C - Nessun dramma in casa rossonera dopo la sconfittta interna con la Giana. Troppe le assenze cui mister Lopez ha dovuto far fronte. Domenica difficile trafserta ad Olbia sperando che dall'infermeria ci siano buone notizie, e poi sosta di 15 giorni per rigenerarsi.

-

Giocare in casa contro una formazione quadrata come la Giana non è mai facile. Farlo con 8 assenze si sapeva che sarebbe diventato quasi impossibile. La Lucchese ha ceduto il passo alla squadra di Gorgonzola incappando in una sconfitta davvero brutta. Un apsso indietro rispetto alle ultime prestazioni ma – come detto – giustificato se non in tutto e per tutto almeno in parte, dalle numerose assenze. Casomai ci si aspettava che la formazione rossonera entrasse in campo con un altro piglio. Non c’è stata rassegnazione ma nemmeno si sono intravisti quei miglioramenti che sul piano caratteriale hanno consetito alla Lucchese di centrare vittorie importanti come quelle sulla Carrarese, l’Alessandria e l’Arzachena. Ma se da una parte i tre punti lascaiti per strada non sono certamente un dramma, alla luce di una classifica tutto sommato tranquilla, dall’altra i problemi delle assenze che perdurano mettono in allarme Lopez in vista della gara di domenica con l’Olbia. Non si devono fare drammi quindi ma serrare le fila e gettare il cuore oltre l’ostacolo, anche perchè dopo la Lucchese avra’ la sosta e di conseguenza 15 giorni per recuperare energie fisiche e mentali.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.