Nuove strade e un cavalcaferrovia: ecco il progetto dell’asse suburbano

LUCCA - Non è solo un'ipotesi, c'è un vero e proprio progetto. Il Comune di Lucca vuole realizzare l'asse suburbano, la viabilità di collegamento rapido tra la via del Brennero e l'ospedale San Luca di cui si parla da anni.

-

Servono 6 milioni di euro che per ora non ci sono ma che potrebbero arrivare in parte dalle Ferrovie, in parte dalla Regione.

L’asse suburbano parte dalla rotatoria all’inizio del Brennero dove, dalla parte opposta si innesterà la strada per il nuovo ponte sul Serchio. Il primo tratto dell’asse è già esistente e arriva alla rotatoria su via dell’Acquacalda. La strada di nuova realizzazione sarà invece quella che, partendo dalla rotatoria, dovrà collegare via dell’Acquacalda a via della Santissima Annunziata. Un tratto impegnativo, perchè dovra essere realizzato un cavalcavia per attraversare via delle Ville e la ferrovia Lucca – Aulla. A questo punto l’asse prosegue su via Martiri delle Foibe ed arriva all’incrocio con la Pesciatina Vecchia. Il piano dell’amministrazione Favilla, vi ricordate, per effettuare il collegamento con la Pesciatina nuova prevedeva a questo punto una curva a destra e l’abbattimento della villa della famiglia Monteriso. Un caso che era diventato quasi nazionale ed era stato trattato anche dalla trasmissione Le Iene. Il nuovo progetto invece prevede che la strada vada a dritto: ad essere abbattuta dovrà essere la villa sulla sinistra a quella dei Monteriso.

Dalla Pesciatina nuova poi si arriva all’ospedale con la viabilità già esistente, ma il progetto prevede anche la realizzazione del collegamento tra la via di Tiglio e la rotonda di via Lippi Francesconi, che quindi dovrebbe perdere il titolo di rotatoria più inutile del mondo.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento