Il grande jazz di Chet Baker rivive alla Bussola

PIETRASANTA - E' stato un successo la serata dedicata a Chet Baker che si è svolta alla Bussola di Focette domenica sera. L'evento era dedicato al grande trombettista jazz che è stato profondamente legato all’epoca d’oro della Versilia, nel trentesimo anniversario della morte.

- 1

Un concerto e un talk show nel palcoscenico più celebre degli anni ’50 e ’60 della Versilia, messo a disposizione dal patron Gherardo Guidi . L’esecuzione dei  brani più rappresentativi  del repertorio di Chet Baker è stata affidata a un Quintetto di musicisti di alto livello, alcuni dei quali hanno avuto il privilegio di suonare con Baker: Giovanni Tommaso al contrabbasso, membro tra l’altro della mitica band i 5 di Lucca, con cui Baker collaborò a lungo Rita Marcotulli al piano , Roberto Gatto alla batteria, Pietro Tonolo al sax e Alessandro Presti alla tromba.

A ricordare le vicende del jazzista americano durante il talk show condotto da Dario Salvatori sono stati Adolfo Lippi,  giornalista Rai, scrittore e  regista, il musicista Antonello Vannucchi, la cantante Beverly Lewis e  Domenico Manzione autore del libro “Il mio amico Chet”. Durante la serata non sono mancate nemmeno le sorprese, come l’esibizione di Vannucchi e Beverly Lewis e la consegna da parte degli organizzatori del premio “una vita per il jazz”

L’idea di celebrare Baker è stata di Adolfo Lippi, ed  è stata sposata dall’Associazione culturale Medusa di Viareggio, che ha incaricato Franca Dini della produzione e organizzazione dell’omaggio, offerto gratuitamente al pubblico versiliese. L’iniziativa è stata resa possibile grazie ad un finanziamento della Fondazione Banca del Monte di Lucca.

 

Commenti

1


  1. È stata una bella serata grazie ad Adolfo Lippi che ha voluto fare un tuffo nel passato, in quei favolosi anni 60 dove la “Bussola” esibiva personaggi di grosso calibro (Ray Charles, Aznavour Becaud etc…) Personaggi che hanno fatto grande la Versilia e che andrebbero ricordati più spesso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.