Riccardo Contadini è il nuovo allenatore del Castelnuovo

CALCIO ECCELLENZA - Riccardo Contadini, garfagnino doc di Villa Collemandina, è il nuovo allenatore del Castelnuovo. Il neo tecnico è stato presentato mercoledì pomeriggio nella sala stampa dello stadio Alessio Nardini. Quindi per il 44enne tecnico, che giocò nel Castelnuovo dal 2007 al 2010, si tratta di una vera e propria promozione dal settore giovanile alla prima squadra.

-

 

Rimettiamo a fuoco, e nel modo giusto, i gloriosi colori gialloblu. E’ in un caldo tardo pomeriggio di fine giugno che il blasonato Castelnuovo pone il primo concreto tassello nel mosaico di quello che sarà il prossimo campionato di Eccellenza. Una categoria dalla quale in Garfagnana si fa la spola ormai da qualche anno ma i tempi gloriosi di cui sopra (ahinoi) sono solo un piacevole ricordo. Eccolo, Riccardo Contadini, garfagnino doc di Villa Collemandina,: è lui il nuovo allenatore. 44 anni spesi in gran parte sui campi di calcio. Prima a consumare i polmoni da terzino sinistro (come si diceva un tempo)  con molti campionati di C in carniere, e poi a cercare di insegnare calcio soprattutto nel settore giovanile. Così, dopo il mancato accordo con Tazzioli, la società gialloblu ha pensato di promuoverlo in prima squadra. Per lui quasi un sogno che si realizza.

A rappresentare il Comune il presidente del consiglio comunale nonchè grandissimo tifoso Francolino Bondi. A fare gli onori di casa i due presidenti Paolo Lenzi e Franco Becarelli. A quest’ultimo il compito di tracciare il momento societario e la voglia di ripartire con ambizione ma anche saggezza. Ora il DS Massimo Valiensi potrà iniziare a fare mercato. Tolaini e Nardi (quest’ultimo passato all’Urbino Taccola) non sono più giocatori del Castelnuovo. Nelle prossime ore ci sarà un colloquio con Gabriele Gori e a seguire con gli altri senatori della squadra. Da lì comincerà la costruzione del Castelnuovo 2018/2019 che assieme a Vorno e a Camaiore difenderà i colori del calcio provinciale nel difficile campionato di Eccellenza.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.