Via Francigena, da un tronco di platano nascerà la statua del Pellegrino

CAPANNORI - Un tronco di platano secolare abbattuto dal vento durante la tempesta del marzo 2015 tornerà a nuova vita diventando una statua per mano dello scultore Stefano Pierotti di Pietrasanta.

-

È questo l’Albero del Pellegrino che nella fase di realizzazione – tutti i fine settimana a partire da sabato 9 giugno 2018 – sarà possibile ammirare nel parco di Villa Reale di Marlia. Una volta che la scultura sarà pronta verrà trasferita nei pressi del punto tappa della via Francigena presso il museo Athena di Capannori. La statua, infatti, simboleggia la condivisione e l’incontro fra popoli sull’antico cammino da Canterbury a Roma che attraversa anche il territorio comunale.

L’operazione è frutto del rinnovo del patto di collaborazione tra Comune di Capannori e Villa Reale e si inserisce nel contesto del “Labirinto Francigeno” approvato e finanziato dalla Regione Toscana che è in corso di realizzazione proprio all’esterno del museo civico capannorese.

Sono stati i soggetti facenti parte del comitato di indirizzo dell’Osservatorio Turistico di Destinazione (OTD) di Capannori, nell’ottica della promozione delle eccellenze territoriali e nella condivisione attiva degli obiettivi culturali e turistici, a richiedere che la scultura riguardante “l’Albero Toscano del Pellegrino” potesse essere scolpita all’interno del parco di Villa Reale utilizzando un tronco di platano che si trovava nel parco della dimora storica.

Il parco della villa che fu di Elisa Bonaparte Baciocchi diventa quindi, oltre che un museo all’aria aperta, un vero e proprio laboratorio d’arte in cui artista e visitatori potranno assistere alla realizzazione di quest’opera. Fintanto che la scultura non prenderà la sua forma finale,  durante il normale orario di apertura al pubblico e senza maggiorazione del biglietto di ingresso al parco, si avrà quindi la possibilità di vedere in azione lo scultore Stefano Pierotti. L’artista già in passato aveva scolpito del legno per ricordare la tempesta di vento che colpì sia la costa della Versilia che l’entroterra con il suo “insolito risveglio”

Il bozzetto dell’albero del pellegrino presentato da Pierotti ( nella foto sotto) è stato approvato all’unanimità in virtù della sua passionalità e per il forte messaggio che la scultura intende mandare, ovvero “Qualunque sia la meta del tuo cammino, non cercare nuove terre ma nuove mani da stringere, per trovarsi e ritrovarsi” sulla via Francigena. Il bozzetto è già diventato tridimensionale grazie ad una prima realizzazione in gesso.


Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.