Ancora fiamme sul Monte Serra: a fuoco il versante lucchese

CAPANNORI - Un incendio è divampato intorno alle 4 sul Monte Serra a Pieve di Compito, zona Michelucci. Circa 10 gli ettari percorsi dal fuoco, secondo la Regione Toscana. Sul posto elicotteri, mezzi antincendio, canadair e uomini dei Vigili del Fuoco per spegnere le fiamme.

-

Le maggiori preoccupazioni riguardano le fiamme ‘in chioma’ che risalgono la collina minacciando alcune abitazioni e diverse centinaia di ettari di bosco. Gli incendi colpiscono ancora una volta il Monte Serra, sul versante opposto a quello bruciato nell’incendio di Calci e Vicopisano. La vegetazione è simile, con vaste pinete e fitto sottobosco. Nonostante alti valori di umidità e qualche mm di pioggia caduta il fuoco è molto attivo.

Le fiamme sono avanzate nel corso delle prime ore della mattinata, complice la siccità di queste settimane (malgrado la pioggia della nottata) e il vento. Sotto osservazione le abitazioni più vicine all’incendio.

Ne ha dato notizia anche il sindaco di Capannori Luca Menesini. Secondo il primo cittadino, stando alle prime informazioni, la causa dell’incendio potrebbe essere un fulmine. Il sindaco, sul posto per verificare la situazione, a metà mattinata ha fatto un primo bilancio. “L’incendio è purtroppo avanzato, ma nelle ultime ore la situazione è migliorata. In alcune zone le fiamme sono già contenute.”

E’ operativo dalle 8,15 il primo dei due Canadair, fa sapere la Regione Toscana in una nota, mentre il secondo dei due velivoli nazionali è atteso a momenti. Già in azione anche due elicotteri della flotta regionale.

Sono venti le squadre di operai forestali e volontari dell’organizzazione regionale antincendi boschivi impegnate attualmente sui due fronti di fuoco e un’altra decina di squadre è in arrivo nella zona inviata dalla Sala operativa regionale.

Nella notte un altro incendio è scoppiato a Camaiore, dopo quello in zona Belvedere divampato nel pomeriggio di domenica. Stavolta ad andare a fuoco è stato un ettaro di boschi in località Contra.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.