Ermanno Lavorini: 50 anni di domande e poche risposte

VIAREGGIO - Se il delitto Ermanno Lavorini, avvenuto quasi 50 anni, fa il 31 gennaio 1969, fosse avvenuto ai giorni nostri, sarebbe stato catalogato con molta probabilità come l’ennesimo delitto del branco, un misto di violenza gratuita, noia e rancore contro un adolescente.

-

Sì perchè il sequestro del giovanissimo viareggino e il suo omicidio avvenuto sulla spiaggia di Marina di Vecchiano è stato un delitto del branco, un mucchio selvaggio politico vicino alla destra estrema più assetato di soldi e di trame. Anche se sulle pagine delle cronache di allora furono il sesso, la pedofilia e l’omosessualità a farla da padroni.

La dimensione tutta politica del caso Lavorini, infatti, verrà compresa troppo tardi. Tra confessioni, ritrattazioni, racconti di festini e “balletti verdi”, false piste e colpi di scena, il caso Lavorini resterà aperto fino al maggio 1977 quando la Cassazione stabilirà che ad uccidere Ermanno fu un gruppetto di estremisti con l’obiettivo di raccogliere finanziamenti per la propria associazione .

Immagini dell’epoca, interviste sui fatti del delitto Lavorini avvenuto nel gennaio del 1969, andranno in onda mercoledi serra alle 21,45 nella trasmissione “Effetto Versilia” a cura della redazione di Noi Tv Versilia.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.