Maltrattava e picchiava la compagna: 21enne in manette

LIDO DI CAMAIORE - Aggredisce con violenza la convivente in mezzo alla strada, dopo averla picchiata a casa fratturandole il naso, ma stavolta è stato sorpreso e arrestato.

-

Un giovane di 21 anni ha aggredito con violenza la convivente in mezzo alla strada, dopo averla picchiata poco prima fratturandole il naso ed è finito in manette.  Il fatto è avvenuto giovedì mattina a Lido di Camaiore, ma da tempo, il 21enne fiorentino, maltrattava la compagna di 22 anni, che non riusciva a liberarsi  di quel fidanzato violento, già noto alle forze dell’ordine per lesioni personali gravi nei suoi confronti. Stavolta la platealità del comportamento del ragazzo che, per la strada, strattonava violentemente la fidanzata, ha catturato l’attenzione di un passante che ha subito chiamato i carabinieri.  Giunti sul posto i militari hanno sopreso il 21enne mentre afferrava gli indumenti della convivente, tirandola a sé e hanno quindi fermato la coppia per capire che cosa stesse succedendo. La giovane, in lacrime e con vistosi lividi sul volto ha riferito di essere stata picchiata, che da tempo subiva maltrattamenti simili, ma non aveva mai voluto presentare nessuna querela. Accompagnata al pronto soccorso dell’ospedale Versilia, le è stata riscontrata la frattura del setto nasale ed è stata poi dimessa con una prognosi di 40 giorni. Nel frattempo, al giovane, condotto in caserma, sono scattate le manette ai polsi. Ieri mattina il giudice del tribunale di Lucca ha convalidato l’arresto dell’aggressore e disposto nei suoi confronti la misura cautelare dei domiciliari.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.