Neonata abbandonata dai genitori all’ospedale: il caso al Versilia

VERSILIA - Una neonata è stata abbandonata dopo la nascita dai genitori all’ospedale Versilia. La bimba, nata tre mesi fa non è stata riconosciuta dopo il parto dai propri genitori, versiliesi e con problemi economici ed è stata affidata ai servizi sociali

- 1

Una neonata è stata abbandonata dopo la nascita dai genitori all’ospedale Versilia. La bimba, nata tre mesi fa, non è stata riconosciuta dopo il parto dai propri genitori, versiliesi e con problemi economici ed è stata affidata ai servizi sociali. Una notizia che scuote la sensibilità comune e che nelle ultime ore ha fatto discutere. Ma si può in questo caso parlare di abbandono? “Dalla dichiarazione iniziale – spiega l’avvocato Valentina Mian – ci sono dieci giorni di tempo perché la madre possa ripensarci. Se questo non accade, la procedura entra ufficialmente in stato di abbandono. E’ questo il caso e non è sbagliato utilizzare questa parola”. Dopo le cure nel reparto di Neonatologia, la piccola è stata trasferita dal 9 aprile in una struttura protetta per ordine del giudice del tribunale di Lucca, in attesa che qualcuno possa adottarla. Due famiglie avrebbero già manifestato questa intenzione. Ma c’è una procedura specifica che va oltre gli istinti emotivi, come spiega l’avvocato Valentina Mian. Bene la manifestazione di generosità, ma solo le coppie sposate che hanno già compiuto un iter, anche piuttosto articolato, e sono risultate idonee, possono dirsi disponibili”. Ne è consapevole il sindaco di Camaiore Alessandro Del Dotto che ha espresso il desiderio di adottare la bambina “ma in questo paese distratto ai single – sottolinea – non è consentito. Il nostro comune farà qualsiasi cosa necessaria per poter aiutare questa bimba”.
Quello della piccola non sarebbe un episodio isolato, all’ospedale Versilia la media dei bambini nati e poi non riconosciuti è di tre casi all’anno.

Commenti

1


  1. Penso che abbandonare una figlia sia stato difficile anche per loro…ma preferisco una scelta del genere…partorire in ospedale con assistenza sia per la madre che per il neonato..che non abbandonare il nascituro in un cassonetto… o chissà dove!
    Adesso la bimba può avere un futuro in una famiglia che magari non riesce ad avere figli e che la accoglierà come un bene prezioso!!! Così piccola darla in adozione alla coppia giusta è un dono prezioso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.