Inizia la conta dei danni

GARFAGNANA - A Barga e a Gallicano si lavora incessantemente per ripristinare la viabilità e liberare le abitazioni dai detriti e dal fango. Situazione estremamente difficile per l’intero territorio comunale.

-

Mentre il maltempo concede una breve tregua, si continua a scavare a Gallicano per liberare le abitazioni dall’enorme massa di detriti franata in località le Capanne. Gli uomini dei vigili del fuoco, i volontari della protezione civile e i residenti hanno lavorato senza sosta per cercare di salvare il salvabile, anche se lo scenario è veramente devastante. La massa compatta di pietre, fango e tronchi che si è abbattuta sulle case è diventata un tutt’uno con la montagna, cambiando di fatto la morfologia dell’intero versante. Non va meglio sul versante barghigiano, dove sono circa 50 le persone evacuate dalle abitazioni e grossi danni si registrano all’intera viabilità comunale con l’interruzione della strada da Mologno e di quella per Loppia. Il sindaco Marco Bonini contattato telefonicamente parla di una situazione drammatica per l’intero territorio comunale.
Numerose frane e alcune ordinanze precauzionali di sgombero anche per il comune di Coreglia Antelminelli dove oltre agli smontamenti c’è stata l’esondazione del torrente Centesima.

Lascia per primo un commento

Lascia un commento