Notte bianca, cinquemila t-shirt per aiutare Amatrice

LUCCA - Confcommercio e Comune lo avevano chiarito da subito: la nuova data della Notte Bianca avrebbe avuto al centro, oltre agli aspetti ludico – artistici già previsti inizialmente, la solidarietà e la volontà di fornire un aiuto concreto alle popolazioni terremotate. E così sarà.

-

Nel corso della serata di sabato 10 settembre, saranno posizionati 4 gazebo in altrettanti punti strategici della città, dove qualunque cittadino potrà prendere facendo un’offerta una t – shirt bianca con la scritta “Lucca per il Centro Italia – Notte Bianca”: grazie alla collaborazione con l’azienda Spritz Srl di San Pietro a Vico, sono state fatte stampare 5 mila magliette, il cui ricavato verrà raccolto dalla Protezione Civile di Lucca e destinato alle popolazioni terremotate. Personale della protezione civile sarà presente ad ognuno dei quattro stand, occupandosi in prima persona della consegna delle t – shirt. Naturalmente, neanche a dirlo, l’invito degli organizzatori – che ringraziano l’azienda fornitrice per il prezzo scontato praticato, nell’aver compreso appieno lo spirito dell’iniziativa – è quello per tutti i partecipanti alla Notte Bianca di fare un’offerta, prendere una maglietta e indossarla. I 4 gazebo saranno posizionati nei seguenti punti: piazza del Giglio, piazza San Michele, piazza Scalpellini, piazza San Francesco.
Altra iniziativa di solidarietà è quella realizzata in collaborazione con la Zecca di Lucca (e il patrocinio del Lions Club Lucca Host) e prevede la messa in offerta in via straordinaria della riproduzione della moneta intitolata “Il Cavallo di Amatrice”. Alcuni anni fa la Zecca di Lucca aveva ricevuto l’incarico dal Comune di Amatrice di riprodurre questa moneta rappresentativa della città: si tratta di una monetina molto gradevole che fu coniata per la prima volta nel 1486, anno in cui Amatrice, in segno di riconoscenza per la propria fedeltà al Re Ferdinando D’Aragona, ebbe il privilegio di poter “battere” una propria moneta, come si può leggere sulla sua breve storia. La Zecca ha dunque pensato che questa moneta, segno tangibile della storia, della libertà e dignità di Amatrice, potesse diventare un mezzo efficace per raccogliere fondi ed aiutare così i suoi attuali abitanti a superare questa drammatica fase del post-terremoto contribuendo alla sua ricostruzione.  Tutti i cittadini potranno prendere una moneta presentando un’offerta durante tutta la durata della  manifestazione presso la Fondazione Antica Zecca di Lucca, alla Casermetta San Donato sulle Mura urbane, e anche presso la postazione “Zecca Mobile” che si troverà in via Beccheria. Il ricavato verrà devoluto anche in questo caso alla Protezione Civile.
 Altra raccolta di fondi, infine, verrà eseguita sulla Casermetta di San Paolino, a cura della “Casa dei Diritti dei Bambini” (di cui fanno parte le associazioni “Dalla Parte dei Piccoli”, Croce Verde, Unicef e Arte e Psicologia), che già avevano aderito alla serata del 27 agosto poi annullata, con un ricco programma di iniziative (confermate) dedicate ai più piccoli. I soldi raccolti dalla “Casa dei Diritti dei Bambini” saranno dedicati a progetti mirati per i bimbi del Centro Italia rimasti coinvolti nel terremoto.
“Lucca per il Centro Italia – Notte Bianca 2016” è organizzata da Confcommercio e Comune, con la collaborazione di Prefettura, Provincia, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca Del Monte di Lucca, Centro Commerciale Città di Lucca, e i contributi di Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno, Vittoria Assicurazioni, Bei & Nannini, Phonzie e Generali Assicurazioni

Lascia per primo un commento

Lascia un commento