La Virtus CR Lucca conferma la finale Argento ma spera ancora nella Oro

ATLETICA - Buona prova della squadra lucchese nel primo appuntamento regionale dei campionati di società svoltosi ad Arezzo. Le pessime condizioni meteo hanno penalizzato le prestazioni tecniche. Sontuosa gara nei 200 di Fabio Pierotti che si migliora di oltre mezzo secondo. Nelle prossime due prove il DT Matteo Martinelli è pronto a calare gli assi per cercare la finale Oro di Modena.

-

 

Obiettivo di fondo raggiunto per la Virtus CR Lucca impegnata con i suoi atleti ed atlete allo stadio Ezio Tenti di Arezzo nella prima prova regionale dei campionati di società assoluti su pista 2017. Un percorso che proseguirà a Pontedera, o più probabilmente a Sesto Fiorentino, il prossimo 20 e 21 maggio per poi concludersi sempre ad Arezzo, in occasione dei campionati individuali assoluti e promesse il 23 e 24 giugno. Bene la Virtus con la squadra maschile a confermare il punteggio necessario per la serie A Argento che era il punto di ripartenza della società virtussina, da anni protagonista dell’atletica leggera italiana. Diverso il discorso per le neoricostituita squadra femminile che dovrà sudare le proverbiali sette camicie per garantirsi l’accesso alla finale B che la vide “ripescata” lo scorso anno. Il maltempo e la pioggia a tratti battente, hanno condizionato le due giornate di gara e hanno inciso non poco sulle prestazioni tecniche in alcune specialità, per non dire in tutte. Niente però ha fermato Fabio Pierotti che ha ribadito il suo stato di grazia. Dopo aver abbattuto il muro degli 11″ sui 100, il giovane velocista di Gallicano ha letteralmente frantumato il record personale sui 200 che ha vinto in 21″45. Cronometro di livello e tanti punti alla causa. Tra l’altro si tratta del terzo tempo all time in casa-Virtus dopo due signori che rispondono al nome di Marcell Jacobs e Manura Kuranaghe. Alla prova di Pierotti vanno aggiunti una serie di risultati tutt’altro che disprezzabili. Chiaro, però, che in fondo una speranza di qualificarsi per la Oro, quest’anno con sede a Modena, ancora esiste. Non sarà affatto facile ma il DT Matteo Martinelli si accinge a calare in pista e in pedana diversi assi che potrebbero fare la differenza, altrimenti sarà Argento e andrà benone anche così…

Lascia per primo un commento

Lascia un commento