Tallio, Gaia: “Ancora casi isolati, ma l’emergenza è finita da anni”

PIETRASANTA - Basta allarmismi, l'emergenza tallio a Valdicastello è terminata da ormai oltre tre anni. E' Gaia spa, gestore del servizio idrico integrato, a fare chiarezza sull'inquinamento da metallo pesante nell'acquedotto pietrasantino, dopo le ultime denunce del Comitato Tallio.

-

I cittadini in questi giorni hanno reso noto un nuovo sforamento in un’abitazione (dove era stato sostituito integralmente l’impianto idraulico), rilevato dopo campionamenti eseguiti a fine novembre e affidati ad un laboratorio privato. Gaia ribadisce di non aver trovato valori fuori norma nelle ultime analisi eseguite e ma si prepara comunque a ripeterle, con laboratori diversi.

Un caso scoppiato nell’ottobre 2014 e chiuso nella fase critica a febbraio 2015, secondo Gaia.

Fino ad oggi Gaia ha speso oltre 3milioni di euro tra interventi di emergenza, 4mila campionamenti, lavaggi delle tubazioni e sostituzioni (17 km di condotte sostituite, nei prossimi due anni si sostituiranno quelle del centro storico.

Il sindaco Alberto Giovannetti proprio martedì sera ha incontrato i residenti di Valdicastello per affrontare la questione.

 

Lascia per primo un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.